Informazioni relative alla privacy policy del sito.


La presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione di questo Sito, in riferimento all’uso dei cookie ed al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.
Si tratta di un’informativa resa ai sensi del Regolamento 2016/679/UE (Regolamento generale sulla protezione dei dati – di seguito GDPR) e dell'articolo 122 del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/03, il c.d. Codice privacy) e del Provvedimento generale del Garante dell’8 maggio 2014 in materia di cookie,  a coloro che si collegano al sito www.guidaisolecanarie.it.
L’informativa è resa solo per www.guidaisolecanarie.it  e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link in esso contenuti.
Si invitano gli utenti a leggere attentamente la presente Privacy Policy prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale e/o compilare qualunque modulo elettronico presente sul sito stesso.


I - Tipologia di dati trattati e finalità del trattamento

Dati di navigazione e loro conservazione
I sistemi informatici acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati che vengono trasmessi implicitamente durante la navigazione.
Le informazioni sono raccolte per fini statistici però per  loro natura potrebbero permettere di identificare gli utenti (ad es. indirizzo IP, nomi di domini dei computer utilizzati dagli utenti che si collegano al Sito, il codice indicante lo stato di risposta dati dal server, tipo di browser, indicazioni temporali di inizio e fine della sessione di navigazione, eventuale identificativo dell’account e delle attività svolte nel Sito, ecc.).

II - Cookies

1. Il sito Guida Isole Canarie utilizza cookies per rendere l’esperienza di navigazione dell’utente più facile ed intuitiva: i cookie sono piccole stringhe di testo utilizzate per memorizzare alcune informazioni che possono riguardare l’utente, le sue preferenze o il dispositivo di accesso a Internet (computer, tablet o cellulare). Vengono utilizzati principalmente per adeguare il funzionamento del sito alle aspettative dell’utente, offrendo un’esperienza di navigazione più personalizzata e memorizzando le scelte effettuate in precedenza.

Un cookie può essere letto unicamente dal server che ha effettuato il trasferimento. Non si tratta di codice eseguibile e non contiene virus.

I cookies si suddividono in:

Cookies tecnici che servono per la navigazione e per facilitare l’accesso e la fruizione del sito da parte dell’utente. Sono necessari alla trasmissione di comunicazioni su rete elettronica ovvero al fornitore per erogare il servizio richiesto dal cliente. Questi cookies possono essere gestiti e disattivati nelle impostazioni del browser utilizzato. l’utente può gestire o richiedere la disattivazione generale o la cancellazione dei cookies, modificando le impostazioni del proprio browser internet. Tale disattivazione può rallentare o impedire l’accesso ad alcune parti del sito.

Diversamente, se i cookie sono utilizzati per ulteriori finalità, tipicamente per analisi del comportamento ed invio di messaggi pubblicitari personalizzati o anche solo per ottenere, per il tramite di servizi resi da terze parti, informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito sono chiamati rispettivamente cookie di profilazione e cookie analitici, per questi cookie è necessario il consenso dell’utente, infatti quando si accede al sito viene visualizzato un banner dove l’utente può manifestare il suo consenso accettando i cookie o chiudendo il banner.

Cookies di terze parti

In relazione alla provenienza si distinguono i cookies inviati al browser direttamente dal sito che si sta visitando e quelli di terze parti inviati al computer da altri siti e non da quello che si sta visitando.
I cookies pemanenti sono spesso cookies di terze parti. La maggior parte dei cookies di terze parti è costituita da cookies di tracciamento e/o cookies analitici.
L’utilizzo di questi cookies è disciplinato dalle regole predisposte dalla terze parti medesime, pertanto, si invitano gli utenti a prendere visione delle informative privacy e delle indicazioni per gestire e disabilitare cookies pubblicate nelle relative pagine web.
Le terze parti sono costituite da Imprese pubblicitarie e di e-commerce, che gestiscono i cookie tipicamente per tener traccia delle attività o degli acquisti che l’utente ha effettuato su questo sito (provenendo anche da altri siti internet), al fine di personalizzazione i messaggi promozionali o di consentire la corretta attribuzione delle commissioni per la transazione commerciale.

In questo sito sono presenti cookies delle seguenti aziende:
Facebook Inc.: https://www.facebook.com/policy.php
Booking.com : https://booki.ng/2MjYfub
Google: https://www.google.com/policies/technologies/cookies/
Bing: https://privacy.microsoft.com/it-it/privacystatement
Tradedoubler: http://www.tradedoubler.com/it/privacy-policy/
Yahoo: http://info.yahoo.com/privacy/it/yahoo/eu
Zanox: http://www.zanox.com/it/riguardo-a-zanox/privacy_policy
Google Analytics: https://policies.google.com/privacy?hl=it


III - Dati forniti volontariamente dagli utenti

Quando gli utenti inviino i propri dati personali per accedere a determinati servizi, per esempio per effettuare richieste in posta elettronica, ciò comporta l’acquisizione da parte di Guida Isole Canarie dell’indirizzo del mittente e/o di altri eventuali dati personali che verranno trattati esclusivamente per rispondere alla richiesta.
I dati personali forniti dagli utenti verranno comunicati a terzi solo nel caso in cui la comunicazione sia necessaria per ottemperare alle richieste degli utenti/visitatori medesimi.


Modalità del trattamento

Il trattamento viene effettuato attraverso strumenti informatici e telematici e/o manualmente per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per i quali i dati sono stati raccolti e comunque, in conformità alle disposizioni normative vigenti in materia.

Social Network

Il presente sito incorpora anche plugin e/o bottoni per i social network, al fine di consentire una facile condivisione dei contenuti sui vostri social network preferiti. Tali plugin sono programmati in modo da non impostare alcun cookie all’accesso della pagina, per salvaguardare la privacy degli utenti. Eventualmente i cookie vengono impostati, se così previsto dai social network, solo quando l’utente fa effettivo e volontario uso del plugin. Si tenga presente che se l’utente naviga essendo loggato nel social network allora ha già acconsentito all’uso dei cookie veicolati tramite questo sito al momento dell’iscrizione al social network.
La raccolta e l’uso delle informazioni ottenute a mezzo del plugin sono regolati dalla rispettive informative privacy dei social network.

 IV – Diritti dell’utente

 I diritti dell’utente sono elencati nell’art. 13,c. 2 del Regolamento UE 2016/679,.il sito Guida Isole Canarie intende pertanto informare l’utente sull’esistenza:

- del diritto dell’interessato di chiedere al titolare l’accesso ai dati personali, il loro aggiornamento, la rettifica, l’integrazione o la limitazione del trattamento che lo riguardino o di opporsi, per motivi legittimi, al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati;

- del diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattai in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

- del diritto di ottenere l’attestazione che le operazioni di aggiornamento, rettificazione, integrazione dei dati, cancellazione, blocco dei dati, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccetto nel caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi sproporzionato rispetto al diritto tutelato (art. 7, co. 3, lett. c) D.Lgs 196/2003);

Le richiesta possono essere indirizzate al titolare del trattamento inviando una mail all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


V – Sicurezza dati fornita

Guida Isole Canarie tratta i dati degli utenti in maniera lecita e corretta, adottando le opportune misure di sicurezza volte a impedire accessi non autorizzati, divulgazione, modifica o distruzione non autorizzata dei dati.

Il presente documento costituisce la privacy policy di questo sito e può essere soggetto a modifiche o aggiornamenti. Si invitano gli utenti a consultare periodicamente la presente pagina per essere sempre aggiornati sulle ultima novità legislative.

Booking.com Booking.com

passaporto italiano

Per poter vivere alle Canarie, una volta deciso di aver lasciato l’Italia, bisognerà richiedere diversi documenti.

N.I.E.

Il primo è il N.I.E. che è il numero d’identificazione per gli stranieri e si richiede presso il commissariato di polizia, è un documento essenziale per poter vivere in Spagna.
Si può richiedere direttamente in loco o richiederlo presso gli uffici diplomatici del proprio paese di residenza.
Per poter richiedere il N.I.E. sono necessari i seguenti documenti:

  • Modulo di richiesta (EX-15) compilato e firmato, lo potete scaricare dal sito del governo spagnolo.
  • Originale e copia del passaporto o carta d'identità.
  • Comunicare la cause che giustificano la richiesta.

Dopo alcuni giorni vi verrà consegnato un certificato con il vostro numero di identificazione.

EMPADRONAMIENTO

Successivamente con il vostro contratto di affitto potrete recarvi all’ufficio del comune nel quale risiedete (ayuntamiento) e richiedere l’empadronamiento che è il documento che accredita il tempo di permanenza in territorio spagnolo.
Per ottenerlo è necessario avere un domicilio, non necessariamente di proprietà, basta un contratto di affitto.
E’ consigliabile farlo appena arrivati in Spagna, l'iscrizione si fa presso l’ayuntamiento correspondonte alla località di residenza.
Per richiedere l'empadronamiento dovrete presentare i seguenti documenti:

  • Fotocopia e originale del documento d’identità (passaporto, carta d’identità)
  • Fotocopia e originale del contratto di affitto o un autorizzazione firmata per il proprietario della casa dove si alloggia. In questo caso, bisognerà che questi si aggiunga nel vostro formulario e inoltre dovrà rinnovare il suo empadronamiento per incluirvi.
  • In caso di figli, bisognerà presentare fotocopia e originale dei passaporti e dello stato di famiglia.

Nel caso di cambio di domicilio bisognerà richiedere per iscritto la registrazione nel municipio dove si fissa la nuova residenza.

NUMERO DE SEGURIDAD SOCIAL

Una volta residenti dovrete recarvi presso l'ufficio della seguridad social e registrarvi, ottenuto il numero di seguridad social potrete recarvi nel centro di salud dove risiedete per richiedere la tessera sanitaria e gli estremi del vostro medico curante.

CERTIFICADO DE VIAJE

Con l’empadronamiento è consigliabile anche richiedere il certificato di viaje, in quanto come residenti delle canarie, avrete diritto a un 50% di sconto per i vari collegamenti navali e aerei tra le isole e verso la Spagna continentale.


Nel caso vorreste portar con voi la vostra macchina, moto o veicolo dovrete considerare che dovrete pagare lo sdoganamento e inoltre reimmatricolare il veicolo, a mio avviso dipende molto dal valore economico ed affettivo del vostro mezzo.
In molti casi risulta più conveniente comprare direttamente in loco dato il grande ricambio di persone nelle isole che permette di trovare dei veicoli a prezzi molto abbordabili.

altra mappa isole canarie

Le popolazioni delle Isole Canarie erano già conosciute prima della conquista europea come guanches, nonstante ogni popolazione di ogni isola avesse la sua denominazione.

Canari (Gran Canaria), Majos (Fuerteventura e Lanzarote), Benahorita (La Palma), Bimbaches (El Hierro) e Guanches (Tenerife). Gli antichi abitanti delle Canarie avevano molto in comune con le tribù berbere del nord Africa.

Le isole erano già note per i testi romani risalenti a Plinio il Vecchio, ma probabilmente erano già state visitate dai Fenici. Nel primo documento scritto da Plinio il Vecchio si narra del viaggio di Re Juba II di Mauritania nelle isole chiamate Fortunatae, attuali Canarie.

I Romani diedero un nome a ciascuna isola: Nivaria (Tenerife), Canaria (Gran Canaria), Pluvialia (Lanzarote), Ombrion (La Palma), Planasia (Fuerteventura), Iunonia (El Hierro) e Capraria (La Gomera).

Per mille anni, tra il IV e XIV secolo, le isole sembrarono scomparire dalla storia. Nel medioevo furono visitate dagli arabi and enl XIV secolo furono riscoperte. Numerose furono le visite di maiorchini, genovesi e portoghesi.

La conquista delle Isole Canarie terminò nel 1496. Da quel momento, le isole iniziarono a seguire la corrente culturale europea. I riferimenti politici, sociali, economici e culturarli divennero quelli del regno di Castiglia e la sua storia collegata a quella della corona spagnola.

Nella metà del XVI secolo, la popolazione non raggiungeva i 35.000 abitanti ed era concentrata principalmente nelle isole di Gran Canaria e Tenerife.

Nel XVII secono ci fù differentemente da ciò che accadeva nella spagna peninsulare, un periodo di crescita demografica.

Nel XVIII secolo la crescita demografica continuò specialmente nelle isole orientali, perchè in quelle occidentali si soffriva per gli effetti della crisi del vino che spinse molte persone ad emigrare in America.

La società canaria post colonizzazione presentava le caratteristiche delle società europee: maggioranza di contandini, generalmente senza terra, privilegi per i le elite nobiliari ed ecclesiastiche ed esistenza della schiavitù. I nobili erano rappresentati dai discendenti di chi aveva condotto la conquista. Il loro poter economico derivava dal possesso di grandi territori e dalle esportazioni di prodotti come zucchero e vino. Controllavano il poter politico e militare e crearono dei gruppi chiusi, nonostante avessero accordi con la borghesia che in prevalenza costituita da persone di origine straniera.

Durante il XVI e XVII secolo si stabilirono numerosi ordini religiosi.

Una conseguenza diretta della inclusione nel regno di Castiglia, fu il partecipare a diversi conflitti internazionali. le Canarie erano una base fondamentale per le comunicazioni con l'America, da dove venivano importanti l'oro e l'argento che permisero il protrarsi dell'egemonia della corona di Castiglia in Europa, per tutto il XVI e buona parte del XVII secolo.

Le isole furono per secolo bersaglio di attacchi da parte dei pirati.

Per questa ragione vennero costruiti numerosi fortezze e castelli sulle coste mentre i principali nuclei abitativi venivano costruiti nell'interno delle isole.

All'inizio del XX secolo, è importante ricordare l'introduzione per gli Inglesi della coltivazione della banana, controllata da società inglesi dato che era in principale mercato d'acquisto. Gli inglesi investirono anche nei porti di Santa Cruz di Tenerife e nel porto de la Luz di Las Palmas di Gran Canaria, importanti in vista della colonizzazione dell'Africa.

La rivalità tra le elitè delle città di Santa Cruz di Tenerife and Las Palmas di Gran Canaria per diventare capitale portò alla divisione dell'arcipelago in due province.

Dagli anni ’70 è iniziato un periodo di cambiamento nell'economia per la crescita del turismo.

Da questo momento l'agricoltura e l'allevamente iniziarono a perdere di importanza, a parte la coltivazione delle banane e dei pomodori destinati all'esportazione.

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Booking.com
Vai all'inizio della pagina